Creare un blog aziendale solitamente costa poco.

Per l’installazione di una piattaforma WordPress, la personalizzazione grafica e l’inserimento di alcuni plugin specifici per SEO, Cache, dimensioni immagini e sicurezza, raramente dovrebbero chiederti sopra i mille e cinquecento franchi.

Anche il costo di manutenzione annuo non sarà superiore ai duecento franchi, sempre che non si verifichino particolari problemi.

Fin qui tutto bene. Peccato che la realizzazione di un blog aziendale non significhi nulla a livello strategico, se non viene supportata da un piano editoriale sensato.

Ecco che a questo punto dovrai iniziare a rispondere a una serie di domande, del tipo:

  1. Quali obiettivi voglio raggiungere con l’apertura del mio blog aziendale?
  2. Quante risorse penso di potergli destinare in termini di tempo?
  3. Quanti soldi decido di destinare a un’agenzia che crei dei contenuti in linea con i miei obiettivi?

Domande difficili? Certo, perché aprire un blog è facile, ma farlo funzionare è una faccenda seria e impegnativa, che richiede l’intervento di un professionista del web.

Cosa ti serve avere nel tuo blog aziendale

Non scoraggiarti, ti serve solo chiarire un po’ le idee, prima di lanciarti in una nuova appassionante sfida. L’importante per te che ti approcci a questa nuova esperienza sarà di focalizzarti su alcuni semplici punti.

Accessibilità. Evita di scegliere font strani che poi riducono di molto la leggibilità di un testo. Fai in modo che il tuo blog sia ben collegato e accessibile nel menu del tuo sito web o nei post in evidenza in Home Page. La semplicità vince sempre, invece di pensare a cosa puoi aggiungere per riempire la pagina pensa a cosa puoi togliere per diminuire al minimo la possibilità che i tuoi lettori vengano distratti dalla lettura del tuo articolo.

Facilità di gestione. Dovrebbe essere una voce scontata, ma purtroppo non lo è. Noi ci siamo specializzati su una piattaforma come WordPress non perché sia la migliore sempre e comunque, ma perché è un CMS facilmente gestibile anche da chi è allergico a qualsiasi dispositivo tecnologico. Devi avere una buona capacità di controllo sul tuo blog aziendale, altrimenti rischi di aumentare esponenzialmente costi e tempi da dedicarci.

Orientato ai tuoi clienti. Non scrivere per Google e gli altri motori di ricerca. Scrivi per i tuoi utenti. Se ancora non hai le idee chiare il blog può essere un’ottima esperienza per aiutarti a chiarirtele. A ogni post controlla le reazioni della tua audience… non ti si fila nessuno? Probabilmente è perché non sei abbastanza conosciuto e hai bisogno di maggiore visibilità, ma potrebbe essere anche perché non hai scritto un contenuto orientato a soddisfare l’intenzione di ricerca delle persone.

Errori comuni da evitare

Non ho tempo da dedicarci, poi parliamoci chiaramente, non mi piace scrivere.

Ha senso aprire un blog su queste premesse? Solamente se puoi disporre di almeno un collaboratore al quale delegare la gestione del piano editoriale, in sinergia con i tuoi consulenti web.

Soltanto conoscendo bene il mercato dall’interno potrai fare la differenza per i tuoi utenti: ecco perché la delega al 100% è una strategia che non funziona, così come non funziona iniziare da soli senza una strategia pensata sul lungo periodo.

Ho poco budget: cosa mi conviene fare?

Sei in buona compagnia, lo sai vero? Purtroppo la mancanza di budget è accompagnata anche alla mancanza di voglia di dedicarsi allo sviluppo del blog aziendale.

Quello che posso consigliarti in base alla mia esperienza è di iniziare la tua strategia editoriale guidato da un consulente e provare a tener fede agli impegni fissati sul piano editoriale.

Se tu o i tuoi collaboratori vedete che non riuscite a dare seguito all’impegno, meglio ridurre la frequenza di pubblicazione, piuttosto che interromperla definitivamente.

Gli articoli pubblicati non hanno riscontro? Abbi pazienza, mantieni l’impegno costante nel tempo, ma prova a variare tipologia di articolo, in funzione delle esigenze che esprimono i tuoi utenti potenziali nelle piazze di ritrovo sociale.


Tu come ti trovi nella gestione del tuo blog? Scrivimi nei commenti sotto 😀


Facciamo due chiacchiere sui tuoi progetti web!
Di | 2016-12-01T23:08:26+00:00 19 maggio 2016|Weblog|0 Commenti

Qualche cenno sull'autore:

Laureato in Discipline Semiotiche, dal 2010 ho approfondito la passione per la scrittura sul web e le derive SEO user oriented. Web marketer e Social Media Manager con una predilezione per gli obiettivi S.M.A.R.T.E. Esploratore convinto di traiettorie di significazione sempre nuove.

Scrivi un commento