In questi anni di collaborazione con aziende per la creazione di campagne di marketing o siti web ho potuto constatare che uno degli scogli maggiori è rappresentato dalla creazione di testi, sia descrittivi, sia promozionali (lo stesso discorso si può ampliare sui contenuti in generale, ma questa è un’altra storia).

Voglio dare per scontato che tu capisca la differenza colossale in termini di efficacia tra due frasi buttate lì alla buona e un testo ragionato insieme a un professionista.

Se non la capisci esci da questa pagina, ORA 🙂

Dico questo per sottolineare quanto sia arduo il compito del copywriter sul web. Scrivere in maniera efficace richiede concentrazione costante e volontà assidua. Come base. Base che non basta se vuoi aiutare un’azienda a creare testi efficaci per il suo business.

Infatti prima di scrivere efficacemente per loro dovrai carpire dall’imprenditore o dal suo referente:

  1. qual è il Perché alla base del loro lavoro,
  2. a quale/i tipologie di buyer personas si rivolgono,
  3. quale registro comunicativo intendono impostare e la sua coerenza con il registro del pubblico di riferimento,
  4. quale materiale di valore si può trasferire ai potenziali clienti in modo costante nel tempo, attraente, unico e non smaccatamente orientato alla vendita.

Potrei continuare a lungo con altri elementi, ma già da questi puoi comprendere quanto sia impegnativo rimanere concentrati per orientare la comunicazione di un’azienda verso obiettivi ben delineati.

Diventare punti di riferimento per un pubblico specifico è semplice a parole, ma implica approfondimenti di mercato, studio delle intenzioni di ricerca e dei trend del momento (che mutano in continuazione); implica un impegno di tempo e risorse nel lungo periodo, in un percorso costellato di verifiche e aggiustamenti periodici della strategia di azione promozionale.

Questa estrema dinamicità è un concetto difficile da far passare agli imprenditori, perché per lo più implica un investimento impegnativo, soprattutto in termini di tempo (bene che manca sempre).

Fatta questa premessa doverosa passiamo all’azione.

Come attrarre e coinvolgere le persone con testi efficaci?

Per chiarezza farò una lista di punti sui quali dovrai focalizzarti nella tua azione di copy.

1. Scrivi una headline chiara

Tre persone su quattro proseguono la lettura di un testo solo in base al titolo. Ti basta come motivazione? Bene. Quando scrivi un titolo provane almeno 5 versioni e la definitiva sceglila solo ad articolo ultimato. Puoi scrivere titoli in diversi formati. Vediamo i principali:

  • “How to” (Es. Come diventare un copywriter efficace sul web);
  • liste (Es. 5 suggerimenti utili per scrivere efficacemente);
  • domande aperte che stimolano la discussione (Es. Esistono schemi replicabili di scrittura efficace sul web?);
  • prospettive negative, per aiutare il tuo lettore a non compiere errori evitabili e fornire una soluzione adeguata (Es. Perché evitare di ripetere che hai N anni di esperienza nel tuo settore);
  • il segreto, che stimola la curiosità nel lettore (Es. I segreti dei migliori copywriter in circolazione);
  • trucchi & suggerimenti, per fornire spunti unici e inediti (Es. 3 strumenti per creare un calendario editoriale sempre aggiornato);
  • dati interessanti, per informare su ricerche relative al mercato di riferimento (Es. Le aziende con un blog attivo vendono il 100% in più rispetto a quelle senza);
  • take away, ovvero un suggerimento pratico e veloce da apprendere (Es. Come suddividere i task su Trello).

2. Scegli il tono di voce

Dovrai sintonizzare il tuo registro stilistico in base alle persone che deciderai essere il tuo pubblico in ascolto. Formale o informale, autorevole o scherzoso, scegliere il tono che incontra le attitudini dei tuoi lettori farà una differenza fondamentale. Se provi a dare un’occhiata al sito di dike.works capirai subito quanto conta.

3. Aiuta il lettore a fare qualcosa

Stai insegnando qualcosa di nuovo o stai fornendo spunti per fare meglio qualche azione? Bene, perché i tuoi contenuti dovrebbero avere questo proposito. Più informazioni hai sui tuoi lettori e sui loro bisogni più sarai in grado di rispondere alle loro esigenze con testi davvero efficaci.

4. Fornisci un contributo unico alla conversazione

Prima di gettarti a pesce sulla stesura del contenuto prova a guardare sul web se esistono contenuti simili. Come sono fatti? Puoi fare di meglio? Come? Ci sono topic da approfondire, aggiornare, rivedere secondo un punto di vista che potrebbe interessare i tuoi utenti? Bene, allora ha senso aggiungere al mare di informazioni anche questo nuovo contributo 😉

5. Occhio alle ricerche

Se i trend di ricerca ti dicono che le persone cercano “tettoie in legno” intendendo gazebo e pergolati, non tanto le vere tettoie, devi saperlo, per evitare di chiederti perché il tuo articolo non viene cercato. Google è un alleato prezioso, usalo, ma non confonderlo con i tuoi utenti in carne e ossa.

6. Struttura solida

Imposta sempre una struttura per i tuoi post. Puoi prevedere una breve introduzione, un titolo esplicativo, una serie di titoli H2 o H3 per approfondire e una conclusione. In questo modo faciliterai la lettura e la ricerca di ciò che interessa al lettore.

7. Un solo tema principale

Va bene che adesso vanno di moda i contenuti approfonditi, ma fai attenzione che l’approfondimento sia verticale e non orizzontale. Questo significa che il tema principale deve essere sempre lo stesso, filo conduttore che unisce tutti i paragrafi, per evitare di perderti e andare fuori tema. Un classico per far scappare le persone.

8. Il messaggio supporta l’obiettivo del tuo brand?

Perché stai scrivendo questo contenuto? Stai trasmettendo i valori e l’identità della tua impresa? Su quale stadio del viaggio del consumatore pensi possa influire? Bisogna che trovi una motivazione coerente con la strategia di marketing online che stai portando avanti, altrimenti a che pro? Detto tra noi, ecco perché molti progetti editoriali falliscono. Spesso si inizia a scrivere senza obiettivi precisi o una strategia generale, quindi appena si esauriscono gli argomenti tutto lentamente si affloscia come una mongolfiera senza più carburante.

9. Imposta una CTA ben visibile

Se hai un obiettivo devi anche avere un pulsante di chiamata all’azione per il tuo utente. Cosa vuoi che faccia dopo aver letto il tuo contenuto? Che se ne vada da un competitor? Non credo. Non è disdicevole chiedere ai tuoi utenti di compiere un’azione. Se i contenuti che produci costantemente hanno un valore per loro saranno contenti di assecondare la tua richiesta. Che sia l’iscrizione alla newsletter o un like al post, fai in modo che sappiano cosa ti aspetti da loro.

10. Evita gli spinaci tra i denti

La forma e le parole che usi sono importanti. Anche un solo errorino grammaticale potrebbe dare un senso di trascuratezza e approssimazione a un contenuto di qualità. Puoi dire un sacco di belle cose, ma quello spinacio proprio non riesco a non fissarlo… 😉
Quindi rileggi quello che hai scritto, meglio se a distanza di qualche ora/giorno e meglio ancora se a rileggere non è la stessa persona che ha scritto il pezzo.

Come migliorare la scrittura: consigli utili

Ecco alcuni spunti universalmente applicabili per una scrittura efficace:

  • evita paroloni poco conosciuti, usa un gergo semplice, conosciuto dai tuoi utenti;
  • usa verbi attivi e non passivi (Es. “Il copywriter ha scritto un testo politico” vs. “Un testo politico è stato scritto dal copywriter”);
  • prediligi frasi brevi ed elenchi puntati per maggiore chiarezza;
  • taglia aggettivi e avverbi ridondanti (Es. “Ovviamente, evidentemente, sicuramente, ecc.”);
  • riduci al minimo il gergo “aziendalese” e gli acronimi che porta con sé (Es. “Con un’azione combinata di SMM e SEO puoi diventare leader indiscusso del tuo settore”);
  • scrivi come se stessi parlando a un amico che rispetti, non lanciare al vento parole impersonali;
  • arricchisci il contenuto di esperienze reali vissute sulla tua pelle;
  • crea esempi e analogie per aiutare i lettori a focalizzare il contesto di ciò che dici.

Per oggi è tutto… e tu quali regole trovi utili per rendere efficace la tua scrittura? Scrivimi sotto nei commenti.


Vuoi migliorare l’efficacia dei tuoi contenuti?
Clicca qui e vai ai nostri contatti!
Di | 2017-04-06T15:57:54+00:00 11 aprile 2017|Weblog|0 Commenti

Qualche cenno sull'autore:

Laureato in Discipline Semiotiche, dal 2010 ho approfondito la passione per la scrittura sul web e le derive SEO user oriented. Web marketer e Social Media Manager con una predilezione per gli obiettivi S.M.A.R.T.E. Esploratore convinto di traiettorie di significazione sempre nuove.

Scrivi un commento