Nel post precedente abbiamo visto che se il sito aziendale nasce dal Perché allora può davvero fare la differenza sul web.

Oggi approfondiamo le 9 cose da sapere prima di creare un sito web, così da sottolineare ancora una volta quanto sia importante avvicinarsi all’online in maniera ponderata.

1. Chiediti cosa vuoi che succeda dopo

Non fermarti alle solite considerazioni. “Acquisire un sacco di clienti” non è una risposta accettabile se vuoi intraprendere sul serio questo percorso. Ragiona sul Perché, ovvero sulla differenza che fa la differenza nella tua azienda, e immagina dove vedi il tuo business tra un anno e tra 5 anni.
Una volta visualizzato ciò che vuoi diventare, prendi carta e penna e segna dei risultati credibili. Documentati osservando i competitor online già presenti sul tuo mercato di riferimento, poi ragiona sulla fattibilità dei tuoi obiettivi. Fai in modo che siano Specifici, Misurabili, Attraenti, Raggiungibili, Tempificati, Ecologici (sostenibili a livello di valori).

2. I costi e i tempi solitamente tendono a espandersi

Quanto ci vuole a creare un sito web istituzionale, che non sia un e-commerce con milioni di prodotti? Poche settimane, anche se quasi ogni volta abbiamo “tempo di attesa” che si prolungano per ritardi dei clienti (i tempi di risposta alle mail tendono a essere lunghi, poca chiarezza sui contenuti, ecc.).
Per quanto riguarda la giungla dei costi meglio rimandarti al mio articolo su quanto pagare un sito web. Considera di stare sempre abbondante nelle tue stime preliminari, per evitare spiacevoli sorprese e organizzare a monte il materiale che potrebbe essere utile in fase di progettazione (testi, immagini, slides, video) 😀

3. Un sito web è come un puzzle: non puoi omettere dei tasselli

Un sito web prevede diversi aspetti, che se sviluppati a dovere concorrono alla sua efficacia:

  • Design – fai in modo che non sia il tuo gusto personale a guidarti, ma ciò che può interessare al tuo utente tipo.
  • Contenuto – non parlare solo di quanti anni di esperienza ha la tua azienda, cerca di evidenziare i vantaggi che i tuoi prodotti/servizi possono avere per i tuoi consumatori.
  • SEO – non focalizzarti sul posizionamento delle parole chiave perdendo di vista il buon senso. Se fornisci contenuti interessanti, che leggeresti volentieri senza addormentarti dalla noia, allora sei sulla buona strada.

4. Individua i tuoi potenziali clienti e usa un tono adatto a loro

Ragiona su come essere attraente e innovativo al tempo stesso. Un buon sito web fornisce le informazioni che le persone stanno cercando e lo fa in un modo piacevole e immediato.
Sembra impossibile? Soltanto se non conosci il tuo interlocutore. Parleresti mai di roselline di campo a un cattivissimo centauro in Harley? Fai sondaggi per capire le abitudini, gli interessi e le caratteristiche del tuo potenziale cliente, studia i forum e i canali sociali.

5. Evita l’obsolescenza: il sito ha bisogno di manutenzione

Non pensare che il sito preveda un investimento one shot e poi funzioni da solo. A parte i costi di promozione, prevedi anche spese di manutenzione evolutiva, legate all’aggiornamento del sistema e al controllo necessario a prevenire attacchi di hacking. Inoltre saprai che le esigenze del tuo pubblico non sono statiche, bensì in continuo mutamento. Dovrai seguire o anticipare questi nuovi trend, testando e sperimentando modi di vendere sempre nuovi.

6. Lavora con dei professionisti

Se hai voglia di fare un bel lavoro affidati a dei professionisti e permettigli di fare il loro mestiere. Fidati e dedica il tuo tempo e le tue energie a fornire loro i contenuti migliori per i tuoi utenti.

7. Puoi creare un sito gratis, se è quello che ti serve

Se hai problemi di budget non partire necessariamente dai preventivi più bassi. Procedi per gradi, magari sperimenta in prima persona, ma non buttare il tuo progetto perché hai commesso l’errore di affidarti a chi ti prometteva una scala per la Luna e invece ti ha fatto scendere nella fogna.

8. Cura la scelta del provider di hosting

Anche sulla scelta dell’hosting su misura per te non esistono regole vere per tutti. Ogni caso va ponderato in funzione degli obiettivi. Molto importante sarà che il servizio che scegli preveda un’assistenza presente e disponibile.


Ecco per te una guida sulla scelta dell’hosting per principianti.


9. Non pensare al posizionamento su Google, pensa ai tuoi utenti

Ok, le persone devono riuscire a trovare le pagine del tuo sito web, dunque una progettazione SEO oculata può fare la differenza. D’altro canto, se non fornisci le informazioni che i tuoi utenti stanno cercando, essere ben posizionato su certe keywords non ti servirà a niente. Ricorda soprattutto di ragionare per temi semantici, non per singole parole chiave. Non solo, concentrati sull’intento di ricerca, concetto fondamentale se vuoi soddisfare i navigatori web e convertirli in nuovi potenziali clienti.

Facciamo due chiacchiere sui tuoi progetti web!
Di | 2016-12-01T23:08:27+00:00 5 maggio 2016|Weblog|0 Commenti

Qualche cenno sull'autore:

Laureato in Discipline Semiotiche, dal 2010 ho approfondito la passione per la scrittura sul web e le derive SEO user oriented. Web marketer e Social Media Manager con una predilezione per gli obiettivi S.M.A.R.T.E. Esploratore convinto di traiettorie di significazione sempre nuove.

Scrivi un commento